Amsterdam, giorno 1.

Dal diario di bordo:   Amsterdam, 17 ottobre 2012. Un tizio si è buttato sotto al treno, o almeno così ci hanno detto per giustificare il totale caos in cui, improvvisamente, ci siamo ritrovati. I trasporti pubblici sono un’incognita come a casa, addio sogni di serietà e puntualità incondizionata. Siamo stati un’ora in una strana stazione aspettando di poter salire … Continua a leggere